Domande Frequenti

Collaborazione e Disponibilità sono caratteristiche che ci contraddistinguono da sempre!

Ti presentiamo alcune delle domande che i nostri clienti confusi e interessati proprio come te ci pongono quotidianamente:

Quali documenti è necessario presentare?

In qualsiasi caso sono sicuramente richiesti:

  • Carta di identità e Codice fiscale del soggetto che detrae;
  • Dati catastali dell’immobili in cui avvengono i lavori (Visura catastale, planimetria catastale, anno di costruzione);
  • Copia delle fatture e dei bonifici eseguiti per i lavori svolti;
  • Data di Inizio e Fine lavori;
  • Marca e modello del generatore di calore presente nell’abitazione;
  • Il contatto dell’installatore/idraulico.

In base, poi, alla tipologia della pratica cambia l’ulteriore documentazione necessaria.

Nella fattura bisogna mettere la descrizione dei lavori svolti inoltre per quanto riguarda le Detrazioni basta la sola descrizione dei lavori, mentre per le pratiche del Conto Termico, oltre alla descrizione, va anche inserito il riferimento al DM 16-02-2016 e la tipologia di intervento INT. …. (1C,2B,2C…)

Che cosa si intende per “documentazione fotografica”?

La documentazione fotografica è una parte fondamentale per le pratiche di Conto Termico, è indispensabile per dimostrare la sostituzione del generatore di calore. Per questo motivo diamo la disponibilità di verificarle e modificarle tutte le volte necessarie.

Se sono un amministratore di condominio o un privato, devo prendere io i contatti con gli installatori o ci pensate voi?

Se si è intenzionati a fare dei lavori di riqualificazione energetica e non si sa a chi rivolgersi siamo disponibili a consigliare il nominativo di un installatore/idraulico con il quale, successivamente, sarete voi a accordarvi per quanto riguarda la soluzione migliore per la vostra esigenza. Saremo poi noi ad accordarci con l’installatore per tutti i documenti a noi necessari.

Parliamo di tempistiche…

Per quanto riguarda il Conto Termico le tempistiche sono queste: tra la data dell’ultimo pagamento dei lavori eseguiti, e la fine dei lavori possono passare al massimo 90 giorni (che non sono 3 mesi ma proprio 90 giorni), dalla data di fine lavori e l’invio della pratica possono passare al massimo 60 giorni. Una volta inviata la pratica dobbiamo attendere 60 giorni per avere una risposta, che può essere o una richiesta di integrazione oppure l’accettazione della pratica.

Per quanto riguarda le detrazioni fiscali, invece, dalla data di fine lavori si ha tempo 90 giorni per presentare la pratica.

Dopo l’invio della pratica all’Enea, che cosa succede?

Dopo aver compilato il modello e inviato la Detrazione Fiscale, l’Enea ci rilascia un codice identificativo, diverso per ogni pratica inviata, che servirà al Commercialista o al Caf per poter avviare la pratica di Detrazione.

E’ necessario conservare la documentazione?

E’ fondamentale conservare la documentazione delle pratiche sia di Detrazione fiscale che di Conto Termico. Nel primo caso perché nel momento in cui la pratica di detrazione verrà inviata bisogna allegare ad essa tutta la documentazione precedentemente richiesta. Nel secondo caso se si conserva tutta la documentazione per almeno 10 anni, verranno evitati problemi dovuti ad eventuali controlli.

Per facilitare il tuo lavoro ti presentiamo anche la lista delle Domande più Frequenti direttamente dal portale Enea

Hai altre curiosità, dubbi o esigenze?

Contattaci, saremo felici di aiutarti!